Cartongesso in Friuli e Veneto (Padova, Treviso, Venezia, Belluno, Pordenone, Udine e Trieste)

COS’È IL CARTONGESSO?

Il cartongesso normalmente viene fornito in lastre, (conosciute come lastre sandwich) composte da una parte centrale di gesso disidratato racchiuso tra due fogli di carta, normalmente reciclata. Lo sviluppo delle tecniche costruttive e la ricerca nell’ambito produttivo ha fatto si che ad oggi il cartongesso consente la realizzazione di molteplici opere: pareti divisorie, nicchie, controsoffitti, contro pareti, muri ed altre strutture integrabili ad archi, rosoni e decori in gesso. Rispetto ai tradizionali sistemi, i pannelli in cartongesso sono maggiormente apprezzati poiché sono leggeri e si possono montare facilmente e velocemente.

La tecnologia attuale ha permesso di realizzare lastre in cartongesso in grado di ottemperare ai requisiti di resistenza al fuoco, di aumentare l’isolamento portando un maggiore risparmio energetico, di resistenza all’acqua e all’umidità ambientale; inoltre vengono apprezzate in quanto il cartongesso si presenta come un materiale fonoassorbente che permette diversi gradi di isolamento acustico.

ZANUTTA: VENDITA DI LASTRE IN CARTONGESSO IN FRIULI E VENETO, A PADOVA, VENEZIA E TREVISO

Da oltre cinquant’anni, Zanutta è rivenditore ufficiale di sistemi a secco in ben 7 province nel Triveneto (Padova, Treviso, Belluno, Venezia, Pordenone, Udine, Trieste) ed ha un punto vendita all’estero, a Parigi in Francia.

Zanutta è leader di mercato grazie a 23 punti vendita nel nord-est dell’Italia (Padova, Mogliano Veneto sito nei pressi di Treviso, San Vendemiano, Vittorio Veneto, Belluno, Venezia, Cavallino Treporti – Punta Sabbioni, Jesolo, San Donà di Piave, Fossalta di Portogruaro, Pordenone, Sacile, Spilimbergo, Udine, Muzzana del Turgnano, Carlino, Cervignano del Friuli, Trieste, San Dorligo della Valle – Dolina).

I SISTEMI A SECCO: COME COSTRUIRE PARETI IN CARTONGESSO

Il cartongesso, come molti altri materiali da costruzione, viene identificato con svariati nomi. Vista la varietà delle tipologie del cartongesso e degli usi che se ne fa, sarebbe più appropriato chiamarlo “Sistemi a secco”; infatti cartongesso è un termine che identifica la sola lastra di gesso rivestito di cartone e deriva dall’inglese drywall. Tuttavia oggigiorno il termine sistemi a secco è adottato in modo definitivo da progettisti, architetti e costruttori, mentre il termine cartongesso è rimasto nell’uso comune.

Dove viene utilizzato il cartongesso?

Normalmente si utilizza nell’interno di costruzioni al fine di creare pareti in cartongesso, divisori, contro pareti, controsoffitti in cartongesso, velette, abbassamenti, ma anche con lo scopo di costruire delle cabine armadio, cabine guardaroba, librerie e complementi d’arredo. Questo materiale può essere utilizzato negli ospedali, nelle scuole, negozi, uffici e abitazioni private. La continua ricerca nella produzione di questo materiale ha portato a lastre in cartongesso che resistono agli agenti atmosferici e quindi possono essere utilizzate all’esterno delle abitazioni.Controsoffitto in cartongesso e legno

Struttura in cartongesso e legno a Padova

Perché utilizzare le lastre in cartongesso?

I vantaggi sono tanti: prima di tutto è leggero e quindi si può realizzare strutture velocemente e senza le difficoltà tipiche che si riscontrano utilizzando cemento o mattoni. Secondariamente è di facile riparazione, anche se applicato su pareti curve, quali camini in cartongesso, strutture decorative o artistiche.

In base alle proprie esigenze si possono scegliere fra svariati tipi di pannelli con funzionalità diverse: resistenza all’umidità e alle muffe, protezione dal fuoco, insonorizzazione acustica, minore dispersione del calore e maggiore risparmio energetico.

Infine il cartongesso è riciclabile: i materiali utilizzati dai sistemi a secco possono essere riutilizzati e il loro uso nei progetti di ristrutturazione di vecchi edifici viene apprezzato da progettisti ed amministrazioni.

TIPI DI PANNELLI IN CARTONGESSO

Tipologie e qualità delle diverse lastre in cartongesso

Le lastre in cartongesso attualmente prodotte hanno caratteristiche differenti a seconda dell’utilizzo:

  • Lastre standard, ovvero pannelli in gesso rivestite da cartone, prodotte principalmente con lo scopo di realizzare pareti in cartongesso.
  • Pannelli in cartongesso resistenti all’umidità, a bassissimo assorbimento di acqua, ideali per applicazioni in ambienti umidi come bagni e piscine. Si differenziano da quelle standard in quanto le lastre vengono rivestite da un particolare cartone con proprietà idrorepellente; il colore di questi pannelli normalmente è verde.
  • Lastre ad elevata resistenza meccanica, agli urti e al fissaggio dei carichi sospesi, ossia delle lastre speciali che sono perfette per realizzare strutture in grado di sopportare dei carichi. In sostanza sono pannelli in cui è presente una importante percentuale di fibre di legno e vetro. Vengono normalmente utilizzate per realizzare controsoffitti, e recentemente anche piani lavello.
  • Pannelli in cartongesso per esterni, sono realizzati con un particolare cemento alleggerito e, come dice la parola stessa, vengono utilizzati per costruire strutture esterne quali pareti in cartongesso per esterno.
  • Lastre di protezione dai raggi X, presentano sul fondo uno strato di piombo; vengono utilizzate abitualmente in edifici dove sono presenti stanze adibite a sale di radiologia.
  • Pannelli di protezione passiva al fuoco hanno la proprietà di resistere agli incendi e proteggere dal fuoco. Fisicamente sembrano lastre normali ma vengono spesso utilizzate in progetti che richiedono la costruzione di strutture ignifughe.
  • Lastre per il fono isolamento e fono assorbimento: utilizzato quando si vuole realizzare pareti in cartongesso con funzioni di isolamento acustico si utilizzano pannelli accoppiati al cui interno c’è una colla anti-acustica che funge da isolamento
  • Cartongesso termoacustico: su un lato del cartongesso viene inserita una lamina di polistirene; altrimenti viene utilizzato polistirolo in spessori diversi.
  • Pannelli flessibili dal spessore ridotto, utilizzati nelle superfici curve e nelle strutture non lineari.

Come sono classificate le lastre in cartongesso?

Le lastre si contraddistinguono mediante l’uso di una lettera dell’alfabeto, che serve a classificarle in base alla loro caratteristica principale

  • La lettera A rappresenta le lastre standard. Realizzate tramite l’utilizzo di materiale economico, veloce da installare, comunemente impiegato in pareti attrezzate in cartongesso, mobili, soppalchi.
  • La lettera H indica le lastre idrorepellenti. A questa classe di pannelli viene anche associato un numero, in relazione alla capacità di assorbimento dell’acqua. In commercio si trovano lastre H1, H2, H3, …
  • La lettera F simboleggia le lastre usate nella realizzazione di pareti in cartongesso resistenti al fuoco.
  • La lettera E designa le lastre per esterno, si differenziano dagli altri pannelli in quanto sono costituite da materiali aggiuntivi come sabbia, cemento e pietrisco.

DOVE COMPRARE I PANNELLI IN CARTONGESSO IN FRIULI VENEZIA GIULIA E VENETO?

I sistemi a secco in Veneto, in provincia di Padova, Treviso, Venezia e Belluno:

Zanutta è presente sul territorio grazie ad un grande magazzino in Via Uruguay a Padova, vicino alla uscita di Padova Est dalla tangenziale. La presenza capillare nella provincia di Treviso è possibile grazie a tre punti vendita: Mogliano Veneto, San Vendemiano nei pressi di Conegliano e Vittorio Veneto.

Nell’area Veneziana si trovano molte realtà della Zanutta: nella città storica c’è un importante centro di riferimento in zona Cannaregio, mentre la pensiola di Cavallino è servita dalle rivendite di Treporti e Jesolo. Sulla terraferma c’è la presenza dei punti vendita di San Donà e Fossalta di Portogruaro. Infine nel Bellunese la clientela può rivolgersi direttamente al negozio di Belluno.

I sistemi a secco in Friuli Venezia Giulia, in provincia di Udine, Trieste, Gorizia e Pordenone:

Nella bassa friulana è presente la sede legale di Muzzana del Turgnano e il negozio storico di Carlino, mentre un’altro importante sede si trova nel capoluogo friulano. Il punto vendita di Cervignano del Friuli si trova a confine della provincia di Gorizia.

Nel capoluogo di Regione e nella Veneizia Giulia sono presenti due importanti punti vendita specializzati in Edilizia, a Trieste e a San Dorligo – Dolina. Infine la provincia di Pordenone è servita dai magazzini di Sacile, Pordenone e Spilimbergo, rilevati dalla precedente attività della ditta Fadalti.

COME POTER LAVORARE CON LE LASTRE DI CARTONGESSO?

Come si applicano i pannelli in cartongesso?

Normalmente i pannelli in cartongesso vengono applicati su una intelaiatura metallica o su strutture sagomate in legno. Utilizzare i pannelli di cartongesso è assai facile, l’importante è procurarsi tutto l’occorrente:

  • Profili metallici, aventi uno spessore di 6 mm; in alternativa si possono utilizzare anche listelli in legno
  • Lastre della tipologia più adatta
  • Avvitatore
  • Viti autofilettanti, adatte all’alluminio
  • Benda di stuccatura
  • Malta rasante
  • Spatola

Come rispondere alle normative antincendio mediante l’uso dei pannelli in cartongesso?

Il gesso è un composto chimico che per sua natura offre una protezione al fuoco. Infatti, in caso ci sia un principio di incendio, le molecole d’acqua che compongono la struttura cristallina del gesso evaporano in modo da rallentare l’avanzamento delle fiamme. In questo processo si forma uno strato di cartongesso disidratato, che funge da isolante; infatti aumenta la porosità e quindi comporta una minor conduzione termica, ossia un conseguente contenimento dei danni. Ecco spiegato il motivo per cui queste lastre di tipo F permettono la creazione di veri e propri corridoi di fuga in caso di incendio, rispettando i rigidi parametri REI. Un’altro esempio di uso è nei sistemi di riscaldamento a biomassa, dove il rivestimento estetico dei camini e degli inserti a legna è in cartongesso.

Posa pareti in cartongesso

Esempio di controsoffitto realizzato a Treviso

Come aumentare la protezione acustica grazie ad un muro in cartongesso?

Il cartongesso è un ottimo materiale fonoisolante e fonoassorbente. Nel primo caso riduce l’intensità sonora proveniente da ambienti contigui o sovrastanti, ovvero rumore aereo; nel secondo caso aiuta ad assorbire l’energia sonora impattante su di esso: il tipico rumore da calpestio.

L’AMBIENTE E IL CARTONGESSO

Utilizzare i pannelli in cartongesso è una scelta eco sostenibile?

Si! Risultano essere al 100% riciclabili e sono a loro volta prodotti con un importante percentuale di gesso e carta riciclata. Tutto questo avviene in quanto in Italia esistono diverse ditte che ritirano scarti e rifiuti derivati dalla lavorazione dei sistemi a secco e, grazie ad una apposito trattamento, riescono a ripristinare la chimica originaria del gesso, riutilizzandolo nelle nuove lastre in cartongesso.

QUALI SONO I MIGLIORI MARCHI?

Dipende da quello di cui necessiti: in ogni caso i miglior prodotti vengono commercializzati con i seguenti marchi:

  • Gyproc è il brand più famoso di SaintGobain, multinazionale specializzata nella produzione di sistemi a secco.
  • Fermacell fa parte di James Hardie Group e produce lastre gessofibra
  • Fassa Bortolo, azienda storica dell’area di Treviso, è presente nel mercato con il sistema Gypsotech
  • Global Building, vicino a Treviso, realizza lastre in silicato atte a garantire la protezione passiva all’incendio delle pareti in cartongesso
  • Akifix produce profili e strutture metalliche per pareti interne ed esterne, soffitti e controsoffitti ispezionabili
  • Eurocoustic, specialista dei controsoffitti acustici in lana di roccia
  • Ursa,  specializzato nel settore dell’isolamento acustico e termico, isolamento a cappotto e pannelli isolanti naturali di tetti e pareti
  • Isover, da sempre all’avanguardia nei sistemi di isolamento termico, acustico e nell’impermeabilizzazione di edifici residenziali ed in ambito industriale.
  • Eclisse e Scrigno, propongono soluzioni di controtelai adatti a porte scorrevoli o a battente.
  • Elmo è produttore di porte tagliafuoco e acustiche, presente a Campodarsego in provincia di Padova

RICHIEDI UN PREVENTIVO PER COSTRUIRE UN CONTROSOFFITTO O UNA PARETE IN CARTOGESSO: COSTI E PREZZI

Puoi richiedere un preventivo gratuito scrivendo una mail a info@zanuttaspa.it oppure recandoti presso i nostri punti Vendita. Ti forniremo assistenza e un computo dei prezzi e dei costi da sostenere al fine di realizzare l’opera.

Veneto: Padova (PD), Mogliano Veneto (TV) sito nei pressi di Treviso, San Vendemiano (TV), Vittorio Veneto (TV), Belluno (BL), Venezia (VE), Cavallino Treporti (VE), Jesolo (VE), San Donà di Piave (VE), Fossalta di Portogruaro (VE).

Friuli Venezia Giulia: Pordenone (PN), Sacile (PN), Spilimbergo (PN), Udine (UD), Muzzana del Turgnano (UD), Carlino (UD), Cervignano del Friuli (UD), Trieste (TS), San Dorligo della Valle – Dolina (TS).